Zazzarazzaz e UnoJazz Sanremo in scena a Pian di Nave ad agosto 2017

“A qualcuno piace caldo” è il titolo di una famosa commedia di Hollywood con Marilyn Monroe. Il sex symbol degli anni 50 interpreta il ruolo di una cantante e suonatrice di ukulele in un’orchestra jazz femminile e fa perdere la testa al personaggio di Tony Curtis, un sassofonista jazz. Il titolo deriva dallo stile “Hot Jazz” allora in voga. Con il tempo, infatti, il jazz si è contaminato e modificato, sfociando in una vasta gamma di correnti musicali e moltiplicando così il fascino di un genere originario del Sud degli Stati Uniti tra il XIX e il XX secolo come espressione degli schiavi afroamericani. Nelle piantagioni e durante la costruzione di strade e ferrovie, questi trovavano conforto improvvisando dei canti sia singolarmente che collettivamente per dare il ritmo al lavoro. New Orleans in Louisiana è celebre ancora ai nostri giorni per i locali dove si suona il jazz. Sbarcato in Europa, poi, ha raggiunto un enorme successo. E’ scritta nella storia del Festival di Sanremo la partecipazione del cantante e trombettista Louis Armstrong con “Mi va di cantare” nel 1968. In questa calda estate 2017 dal 16 al 19 agosto Unogas Energia e il Comune di Sanremo – Assessorato alla Cultura, Turismo e Manifestazioni presentano “UnoJazz Sanremo”, la terza edizione del festival internazionale di musica jazz a Pian di Nave. La zona, che è stata oggetto di un ingente restyling per essere nuovamente donata a cittadini e visitatori, si riconferma come il palcoscenico ideale per i concerti, di fronte al mare e accanto all’isola turistica formata dal porto vecchio e piazza Bresca. “UnoJazz Sanremo” rappresenta una quattro giorni di performance imperdibili, previste per le ore 21. Il primo appuntamento mercoledì 16 è incentrato sulle eccellenze italiane, a partire dal nuovo talento del pianista Giuseppe Vitale in trio con Alberto Malnati (contrabbasso) e Piergiorgio Marchesini (batteria). A seguire Federico Bonifazi All Stars, complesso guidato da un altro pianista emergente, Federico Bonifazi, e formato da alcuni dei migliori jazzisti italiani: Emanuele Cisi (sax tenore), Giampaolo Casati (tromba), la guest star Francesco Cafiso (sax alto), Alfred Kramer (batteria) e Gabriele Evangelista (contrabbasso). Conclude la prima serata l’attesissimo Chris Bennett Show. Si continua giovedì 17 con una leggendaria formazione R&B e funk dei favolosi anni 70 e 80: da Los Angeles gli Earth Wind & Fire featuring Al McKay alla chitarra. Venerdì 18 si torna ad atmosfere più intime con il quartetto di Tom Harrell (tromba), Mark Turner (sax), Ugonna Okegwo (contrabbasso) e Adam Cruz (batteria). Nel secondo tempo viene proposta la rivisitazione della canzone brasiliana con il cantante e compositore Ivan Lins e il suo gruppo: Chris Wells (batteria), Yuri Daniel (basso), Andre Sarbib (piano) e Claudio Cesar Ribeiro (chitarra). Finale col botto sabato 19 in collaborazione con Radio Monte Carlo (ingresso gratuito). L’apertura è affidata al Nicola Conte Combo con lo stesso Conte alla chitarra, Daniele Tittarelli (sassofono), Pietro Lussu (piano), Marco Bardoscia (basso), Dario Congedo (batteria) e la voce di Charlotte Wassy. Di seguito l’ultimo progetto del pianista Antonio Faraò, denominato Eklektik per le contaminazioni pop e funk, che viene accompagnato da due ospiti d’eccezione: Biréli Lagrène alla chitarra e il rapper londinese Dynamite MC. A chiudere l’intera manifestazione è Nick the Nightfly, dj scozzese di adozione italiana, che da 20 anni conduce il programma radiofonico “Monte Carlo Nights” ed è inoltre un raffinato musicista, autore fra l’altro della canzone “Semplicemente” con il testo di Maurizio Costanzo cantata da Andrea Bocelli. La rassegna “UnoJazz Sanremo” è preceduta da “Zazzarazzaz”, il festival della canzone jazzata, che nel 2017 giunge con continuo e crescente consenso al 20° anniversario della fondazione e alla 18esima edizione e si svolge da domenica 6 a martedì 8 agosto sempre a Pian di Nave. Quest’anno si è deciso di dedicare l’evento al cantautore genovese Joe Sentieri, come sentito omaggio nel decennale della sua scomparsa. Sentieri è considerato un esponente dei cosiddetti urlatori, ha preso parte a un’edizione storica di Zazzarazzaz e quattro volte al Festival della Canzone Italiana con dei brani di notevole successo e viene ricordato anche per il saltino con cui terminava le esibizioni. Il direttore artistico delle tre serate, sostenute dal Comune matuziano, è il maestro sanremese Freddy Colt con la collaborazione di Francesco Giorgi. Il programma si preannuncia leggero e godibile con un repertorio che attinge principalmente dagli anni 60 (ingresso libero alle ore 21:30). Domenica 6 va in scena “Rievocando… Joe Sentieri” con il cantautore Franco Boggero accompagnato da Marco Spiccio al pianoforte, Amedeo Grisi e lo Swing Kids Combo e soprattutto con Tony Dallara, ospite d’onore e amico rivale di Joe. Protagonisti di lunedì 7 sono i nuovi swingers: la teatralità di Deb e Rose in “Dialoghi sonori” e l’eclectic fusion dei Four Fled. Gran finale martedì 8 con lo swing d’autore: “Follie tzigane tra momenti catartici” con le sonorità rom di Durkovic e i Fantasisti del Metrò insieme al cabarettista Flavio Oreglio. Da ultimo c’è da sottolineare che la peculiarità e l’importanza di “Zazzarazzaz” risiede nel coniugare la canzone con il jazz e di puntare l’attenzione sul ricco filone dello swing italiano.

RESIDENCE DEI DUE PORTI Srl - Corso Trento Trieste 21/23 - 18038 Sanremo (IM) Italy - P.IVA 00316580083 - Powered by di-liberto.net