Sanremo, ospiti all’Ariston: Teocoli, Arbore, Pintus, Tozzi e… Peppa Pig!

Tutti gli eventi di marzo e aprile 2014 del Teatro Ariston di Sanremo

Carri fioriti 2014E’ la star del momento e vuole provare l’emozione di salire sul palco dell’Ariston di Sanremo. Dopo cartoni animati, libri ed il film, Peppa Pig partirà in tournée con il musical “Peppa Pig e la caccia al tesoro” e si esibirà nel famoso Teatro domenica 30 marzo. La maialina, nata nel Regno Unito 10 anni fa, è il nuovo idolo di bambini e genitori e vanta numeri da record, un giro d’affari di 100 milioni di euro. I suoi ammiratori potranno vederla nello spettacolo dal vivo, in cui la protagonista viaggerà alla scoperta di un tesoro per mari e monti (come farà quel pasticcione di Papà Pig, che non sa leggere le mappe?), sperimentando i vari mezzi di trasporto ed incontrando tanti simpatici animali.

La magia di Peppa sta nel fatto che i piccini possono immedesimarsi nelle buffe situazioni di ogni giorno, come la prima volta in treno ed il contatto con gli animali; nei colori solari (e coloratissima sarà la scenografia, con i pesci fluorescenti degli abissi marini); e nelle storie a lieto fine, semplici e rassicuranti: con il fratellino George riprendono a volersi bene e si buttano per terra dalle risate. Oltre un’ora di spettacolo musicale, in cui pupazzi, animati da cantanti ballerini, trasmetteranno ai più piccoli (e ricorderanno agli adulti) i veri valori: l’unità della famiglia, la scuola e l’amicizia.

C’è da scommettere che in Italia si replicherà il successo planetario e andrà sold out il primo tour nazionale di Peppa Pig. Prenotare in anticipo, quindi, è consigliabile, magari facendo l’abbinamento con lo show di sabato 29 marzo di Teo Teocoli: “Restyling Faccio Tutto”. E’ possibile alloggiando comodamente in un hotel a Sanremo in centro vicino al mare. Una performance all’insegna del puro intrattenimento, attenzione senza scaletta. L’attore comico, cantante e ballerino, interagendo con il pubblico in sala, entrerà ed uscirà dai personaggi, che lo hanno reso popolare: da Celentano a Balotelli passando per Felice Caccamo.

Giovedì 10 aprile Renzo Arbore in concerto con l’Orchestra Italiana, un insieme di 15 elementi, ognuno specialista del proprio strumento. Si tratta di un gradito ritorno, dato che Arbore è solito fare tappa e pienone a Sanremo durante le tournée. Grande estimatore ed interprete della canzone napoletana, dedicherà buona parte della serata al Maestro Roberto Murolo. Con un forte accento sull’umorismo partenopeo e la novità di digressioni latino-americane, dovute ad una new entry nell’Orchestra. In chiusura, molto attese e gradite dagli spettatori, le sigle televisive: chi non ricorda “Ma la notte no!”, “Vengo dopo il tiggì” e “Cacao Meravigliao”?

La settimana seguente, venerdì 18 aprile in scena il “Nabucco” di Giuseppe Verdi. Composta in quattro atti su libretto di Temistocle Solera con il titolo originale di “Nabucodonosor”, l’opera si fa pubblicità da sola, con il celebre “Va, pensiero”. E’ la terza opera di Verdi, considerata la più risorgimentale, poiché gli Italiani dell’epoca si rispecchiarono nella condizione di assoggettamento degli Ebrei al dominio babilonese. La première, infatti, si tenne nel 1842 alla Scala di Milano. La vicenda, complessa e tormentata, del re di Babilonia Nabucodonosor e di Abigaille, schiava ritenuta sua figlia primogenita, si svolge nel 587 a.C., prima a Gerusalemme e poi in Babilonia.

E’ previsto un cast di livello internazionale, diretto dal Maestro Marcello Rota. In aggiunta ci sarà un Nabucco di Imperia: si chiama Ivan Marino, è un baritono apprezzatissimo ed è il Presidente dell’Associazione “Ritorno all’Opera”. L’Associazione è impegnata nella valorizzazione e diffusione della lirica ed offre una concreta possibilità di realizzazione professionale ai giovani artisti di sicura formazione e talento. Si auspica la partecipazione numerosa anche di un pubblico giovane, affinché l’opera non resti qualcosa di “strano”, ma ridiventi popolare come una volta. I giovani non dovrebbero avere timore di approcciare la lirica, perché l’interesse culturale può maturare in un secondo tempo, ma bellezza è immediata.

Per un cartellone che dà spazio a tutti i generi musicali, ecco mercoledì 23 aprile l’Orchestra Sinfonica di Sanremo in “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev. La Sinfonica si colloca fra le più importanti istituzioni culturali della Città dei Fiori, presente all’Ariston già dall’inaugurazione il 31 maggio 1963. Direttore artistico e stabile è il Maestro Bruno Santori, al quale spetta il compito di trovare tra le righe una rilettura originale del capolavoro russo. Una fiaba pensata per l’infanzia, ma di una poesia tale da coinvolgere gli ascoltatori di qualunque età. Da segnalare la partecipazione straordinaria, in qualità di voce narrante, di Andrea Pellizzari, conosciuto in tv come l’improbabile insegnante di Inglese Mr. Brown. Il conduttore televisivo e radiofonico ha messo a disposizione le proprie capacità narrative a sostegno di un progetto benefico per i bambini di Haiti.

Sabato 26 aprile largo al cabaret con “50 sfumature di… Pintus” del comico Angelo Pintus. Ispirazione per lo spettacolo è tutto ciò che fa ridere: il mestiere di comico, che la gente pretenderebbe persino calato il sipario; i ricordi della scuola e di una certa professoressa; la quotidianità (un uomo con un “febbrone” a 36,8°C e una donna che parcheggia); i litigi della politica ça va sans dire; l’assurdità di determinate trasmissioni del piccolo schermo e di alcune pubblicità (ma può essere credibile Antonio Banderas, con un passato da sex symbol, che parla con la gallina Rosita?). Insomma dalla vita spunti e sfumature (50… quelle di grigio, pardon di Pintus) per un sabato sera distensivo, divertente, ma senza dimenticare di riflettere.

Gran finale: mercoledì 30 aprile il concerto di Umberto Tozzi. Il cantautore, con alle spalle 70 milioni di dischi venduti, è fresco del successo del mega concerto in Russia, dove la reunion dei cantanti italiani più famosi nel mondo è stata accolta come un trionfo. Quello di Tozzi è un tour nei teatri nazionali di maggior prestigio, immancabile quindi l’Ariston di Sanremo. Da sempre il teatro costituisce la location ideale per le sue melodie raffinate: “Gloria”, “Immensamente”, “Notte rosa”, “Si può dare di più”, “Ti amo”. In programma tracce dell’ultimo doppio album “Yesterday, Today”. Come suggerisce il titolo, sono raccolti 10 brani inediti, musiche e testi di Umberto Tozzi; e, completamente rivisitati e riarrangiati, 17 cavalli di battaglia della lunga carriera, dagli anni 70 fino ai giorni nostri.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento

Residence Due Porti

 

Youtube - Dueportisanremo
RESIDENCE DEI DUE PORTI Srl - Corso Trento Trieste 21/23 - 18038 Sanremo (IM) Italy - P.IVA 00316580083 - Capitale sociale interamente versato Euro 11.000,00
Iscritta al Registro delle Imprese di Imperia R.E.A. 64041 del 29/9/1979 - SANREMOINVACANZA.COM © 2010-2014 developed by DI-LIBERTO.NET - all rights reserved