Al via giovedì 20 luglio 2017 Solea, il festival della cultura mediterranea a Sanremo

Solea è il festival della letteratura del Mediterraneo. La prima edizione a Sanremo prenderà il via nella suggestiva cornice del Forte di Santa Tecla giovedì 20 luglio 2017 e durerà fino a domenica 23. Si tratterà di una quattro giorni di incontri, talk show, spettacoli e aperitivi a tema letterario principalmente all’interno del Forte, che vuol’essere il nuovo centro culturale polivalente della Città dei Fiori. Il titolo dell’evento, in un’estate in cui la cultura finalmente fa tendenza, deriva dal romanzo del francese Jean-Claude Izzo, che nel 1998 conclude la trilogia noir avente come protagonista Fabio Montale, un ex poliziotto disilluso dalla vita. O meglio, i protagonisti sono due perché la città di Marsiglia non si limita a fare da sfondo allo svolgimento della vicenda, bensì ne è parte integrante. Non è questo l’unico legame con il Mare Nostrum. Sono italiane le origini di Jean-Claude Izzo, nato da un emigrato campano, e Fabio Montale, cognome scelto in omaggio al poeta genovese Premio Nobel per la letteratura nel 1975. La soleá, inoltre, scrive Izzo è “la colonna vertebrale del canto flamenco” e l’autore fa ascoltare al suo personaggio il brano Solea di Miles Davis, una fusione di jazz e flamenco. Un titolo appropriato, che evoca nel contempo diversità e intrecci. L’apertura della manifestazione è prevista per il 20 luglio alle 19 con “Approdi d’autore”, incontro con il poeta e scrittore Giuseppe Conte. Conte è nato a Imperia nel 1945 e vi ha trascorso l’infanzia e l’adolescenza, dimostrando i primi interessi letterari già durante gli studi nel nostro capoluogo di provincia prima di partire per l’estero. Ha avuto una carriera lunga e proficua, il suo nome è conosciuto a livello internazionale e soprattutto ben interpreta i valori positivi del Mediterraneo. Nel 2006 ha scelto come casa Sanremo ed è qui che torna tra uno spostamento e 
l’altro. Sarà introdotto da Angelo Giacobbe (ingresso libero). Sempre giovedì 20 alle 21:15 verrà messo in scena lo spettacolo “Anime scalze” dalle poesie di Maram al-Masri e subito dopo la massima poetessa contemporanea della Siria incontrerà il pubblico. La rappresentazione sarà realizzata da Sara Bertelà con l’accompagnamento musicale di Elisabetta Mazzullo, Mirna Kassis e Salah Namek, drammaturgia di Danilo Macrì (ingresso 5 euro). Venerdì 21 alle 19 “Mediterraneo – Musica e parole dalla Marsiglia di Izzo”, spettacolo di e con Stefania Nardini, curatrice della biografia italiana di Izzo, e con Mona, Patrick Cascino, John Massa, drammaturgia di Danilo Macrì (ingresso 5 euro). A seguire alle 21:15 Alessio Boni si esibirà nel recital “Lo stesso mare” al suo debutto con Simone Campa (voce e percussioni), Celeste Gugliandolo (voce) e Alessandra Osella (fisarmonica). Un affascinate viaggio spazio-temporale nel Mare Nostrum, fatto di prosa e poesia. Si spazierà dai grandi Italiani del Novecento, quali Montale, Palazzeschi, Quasimodo, Saba, Ungaretti e i ‘nostri’ Calvino e Conte, per passare alla Francia di Baudelaire e Valéry, alla Spagna di García Lorca, alla Grecia di Kavafis e dei poeti ellenici, sino ai versi del siriano Adonis e del palestinese Darwish. Un trio musicale d’eccezione attingerà dal repertorio di Battiato, Fossati, Testa, della cantastorie siciliana Rosa Balistreri e della fadista Dulce Pontes e farà ascoltare brani tradizionali balcanici, turchi e klezmer (ingresso 15 euro). Sabato 22 alle 19 si terrà “Destinazione Mediterraneo: talk show Jean-Claude Izzo” con interventi di Stefania Nardini, Andrea G. Pinketts, Andrea Carlo Cappi, Pasquale Ruju, Giancarlo Narciso, moderatore Marco Vallarino. L’intenzione è quella di gemellare idealmente Sanremo e Marsiglia (ingresso gratuito). Il sabato sera sarà incentrato sul reading “Focus Calvino” di Lella Costa alle 21:15. Pare che quella dell’attrice per le pagine di Italo Calvino sia stata un’autentica folgorazione adolescenziale e chissà se la Costa visiterà i luoghi dello scrittore a Sanremo, dove visse da bambino e da ragazzo, in particolare il centro storico ‘La Pigna’ con il labirinto dei tipici caruggi, che egli descrisse come una casbah (ingresso euro 15). Calerà il sipario domenica 23, quando alle 18 torneranno gli “Approdi d’autore” con il partenopeo Massimiliano Virgilio. Sarà un dialogo sul suo ultimo libro “L’americano” e sulla Napoli che vi traspare, presentato da Marco Vallarino (ingresso libero). Saranno compresi nel festival Solea i “Battiti di mare”, laboratori di tamburi a cornice e percussioni tradizionali del Mediterraneo in programma sabato e domenica dalle 10:30 alle 14:30 presso l’ex chiesa di Santa Brigida nel centro storico. Gli appuntamenti saranno gestiti da Simone Campa e dalla compagnia La Paranza del Geco in collaborazione con l’Associazione Pigna Mon Amour (partecipazione gratuita). L’intera rassegna è organizzata dalla CooperativaCMC/Nidodiragno Produzioni con il sostegno del Comune di Sanremo – Assessorato al Turismo, Cultura e Manifestazioni, il patrocinio della Regione Liguria, il supporto del MiBACT Polo Museale della Liguria e del Casinò di Sanremo. In aggiunta, la CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa – Associazione Provinciale di Imperia proporrà gli aperitivi con prodotti del territorio, l’interior designer matuziano Paolo Tonelli si occuperà della fornitura tecnica e la libreria Garibaldi della Città dei Fiorii allestirà il punto vendita dei libri al Forte di Santa Tecla.

RESIDENCE DEI DUE PORTI Srl - Corso Trento Trieste 21/23 - 18038 Sanremo (IM) Italy - P.IVA 00316580083 - Powered by di-liberto.net